Home / Primo Piano / “Sentire il Museo”: presentazione sezione tattile e servizio audio guide

“Sentire il Museo”: presentazione sezione tattile e servizio audio guide

Il 29 settembre alle ore 18.00 in  occasione della Giornata Europea del Patrimonio verranno presentate le iniziative intraprese dal Museo per promuovere la conoscenza delle sue collezioni e del territorio della Marmilla dalla Preistoria al Medio Evo e all’Età Moderna. Fra queste l’attivazione di audio guide in 5 lingue e la sezione tattile per i non vedenti.

Sentire il Museo significa percepirlo come un bene che ci appartiene, un Bene Comune prezioso quanto l’acqua che beviamo o l’aria che respiriamo. Sentire il Museo vuol dire che il Museo ci parla in un linguaggio che, lungi dall’essere appannaggio dei soli specialisti, comunica i saperi relativi ad una o più particolari discipline e li rende accessibili a tutti gli esseri umani senza distinzioni di sorta. Per tali motivi il Civico Museo Archeologico “Genna Maria” di Villanovaforru si è dotato di nuovi servizi da offrire gratuitamente ai suoi visitatori, fra i quali le audioguide in cinque lingue (italiano,  francese, inglese, tedesco e spagnolo) e la sezione tattile per i non vedenti. Le prime offrono in un tour di circa 30 minuti un ampio panorama delle collezioni esposte e del percorso umano nella regione storica della Marmilla, dalla remota preistoria fino ai giorni nostri. La seconda offre la possibilità, a coloro che sono privi del senso della vista, di “sentire” gli oggetti con le mani e apprezzarne le caratteristiche tecniche ed estetiche. Il Museo Genna Maria di Villanovaforru si apre pertanto a nuove categorie di utenti, i non vedenti, e ai tradizionali visitatori fornendo loro dei nuovi servizi che consentano veramente a tutti di accedere alle conoscenze sul territorio maturate in una più che trentennale attività di ricerca.

Il progetto ha previsto la riproduzione in copia di 12 importanti reperti in ceramica e bronzo. Obiettivo da raggiungere è stato creare un percorso che permettesse a tutti i visitatori di poter toccare con mano oggetti realizzati con le medesime tecniche costruttive utilizzate per gli originali. Per il nuovo percorso tattile si è seguito il concetto della progettazione inclusiva, pensando ad un sistema di fruizione che ne permettesse l’utilizzo ad un utenza più varia possibile. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi (Sezione di Cagliari). In occasione delle giornate europee del patrimonio si presenteranno le audioguide in inglese francese tedesco e spagnolo nell’ottica di una sempre più ampia divulgazione della cultura e del nostro patrimonio e per rendere più fruibile anche ai visitatori stranieri la visita museale e si potrà “sentire” il museo in più lingue.